mercoledì , 5 Agosto 2020
Home / Comunicati regionali / Le famiglie marchigiane e la sfida della bassa natalità: il 15 luglio webinar Forum Marche e Uniurb

Le famiglie marchigiane e la sfida della bassa natalità: il 15 luglio webinar Forum Marche e Uniurb

“Le famiglie marchigiane tra crisi e mutamenti. La sfida della bassa natalità” è il webinar, in diretta Facebook sulla pagina Forum Marche, e YouTube, sul canale Forum Marche, che si terrà il prossimo 15 luglio alle 19. L’evento sarà un’occasione per avere una panoramica aggiornata sulla situazione della natalità nella nostra Regione e per vedere quali prospettive si aprono, su questo versante, anche a seguito della crisi determinata dalla pandemia. L’evento, organizzato dal Forum delle Associazioni Familiari delle Marche, in collaborazione con l’Università di Urbino, vedrà la partecipazione del dottor Nico Bazzoli, DESP Università di Urbino Carlo Bo e della dottoressa Isabella Quadrelli, DESP Università di Urbino Carlo Bo; a moderare Simona Mengascini, addetta stampa del Forum Marche.

Il webinar prende le mosse dal report definitivo della ricerca “Le famiglie nelle Marche tra crisi e mutamenti – Propensioni, esperienze e differenze territoriali nelle scelte riproduttive dei marchigiani”, promossa dal Forum delle Associazioni Familiari delle Marche. Finanziata dal Consiglio Regionale delle Marche, con un contributo del Dipartimento di Economia, Società, Politica (DESP) dell’Università di Urbino Carlo Bo, l’indagine è stata condotta dal Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi su Famiglie, Infanzia e Adolescenza (CIRSFIA) dello stesso ateneo, con il coordinamento dei professori Guido Maggioni e Eduardo Barberis; hanno sviluppato l’analisi dei dati i ricercatori Nico Bazzoli, Isabella Quadrelli e Anna Uboldi.

Il rapporto evidenzia significative criticità per le famiglie marchigiane, che sono un problema per tutta la comunità regionale: il calo delle nascite, infatti, è uno dei peggiori in Italia (-15% in cinque anni). Ogni donna ha in media 1,25 figli (il dato nazionale è pari a 1,32) – un dato lontanissimo dal valore minimo necessario per assicurare il ricambio delle generazioni (2,1 figli per donna). Aggiungendo una considerazione rispetto all’emergenza Covid-19, che le famiglie marchigiane stanno vivendo, le analisi svolte inducono a ritenere che ci sarà un aggravamento delle condizioni di svantaggio. Il vagheggiato baby boom da lockdown sembra essere un mito. Condizioni economiche delle famiglie e difficoltà di conciliazione (si pensi al tema della sospensione dei servizi per l’infanzia, pur in un momento di riavvio delle attività lavorative) tenderanno probabilmente a posticipare la costituzione delle famiglie e la scelta di diventare genitori.

 

Appuntamento dunque su:

https://www.facebook.com/marcheforum

https://www.youtube.com/channel/UCNkGYEx-zb3bamhfALBVLuQ/featured