venerdì , 20 settembre 2019
Home / Comunicati regionali / Conferenza Regionale della famiglia, a che punto siamo? Perticaroli scrive ai massimi rappresentanti della Regione Marche

Conferenza Regionale della famiglia, a che punto siamo? Perticaroli scrive ai massimi rappresentanti della Regione Marche

Il presidente del Forum delle Associazioni Familiari delle Marche, Paolo Perticaroli, ha inviato una lettera ai massimi rappresentanti della Regione Marche per sollecitare l’attuazione della Conferenza Regionale della famiglia. La proposta della conferenza, che dovrebbe avere come tema portante il grave problema della denatalità nel territorio regionale “è stata ampiamente condivisa dall’assessore preposto alle Politiche familiari, prof.ssa Loretta Bravi, nel corso della Festa regionale della famiglia, che si è tenuta a San Severino Marche il 13 ottobre del 2018”, scrive Perticaroli. Quest’ultimo ricorda anche che il Forum Marche “in vista di tale Conferenza, si è preparato attivando un proprio percorso di sensibilizzazione a livello regionale su alcuni grandi temi che coinvolgono direttamente l’oggi della famiglia con delle iniziative, quali: l’affido e l’adozione, con il progetto donati#; la formazione e la sensibilizzazione delle famiglie nella vita scolastica dei propri figli, con il progetto Immischiati; la formazione delle famiglie ad un corretto uso dei social. La nostra associazione ha inoltre sottoscritto una convenzione con l’Università degli Studi di Urbino ‘Carlo Bo’, per la realizzazione del progetto di ricerca, finanziato dal Consiglio Regionale, relativo allo studio ‘La Famiglia nelle Marche tra crisi e mutamenti, esperienze e differenze territoriali nella scelta riproduttiva dei Marchigiani”. Il presidente del Forum Marche nota anche che ” nonostante i continui interventi sia personali che ufficiali, riportati anche dagli organi di stampa, non mi risulta che sia stato avviato alcun percorso concreto per la realizzazione della Conferenza entro la fine della presente legislatura e di questo il Forum è fortemente rammaricato, anche perché vede cadere nel vuoto un percorso di sensibilizzazione e condivisione su diverse tematiche con la Regione; in particolare mi sembra che venga sottovalutato il grave problema della denatalità nelle Marche, una tra le regioni più colpite a livello nazionale”. La lettera si conclude con la ferma richiesta che “venga fissata quanto prima la data per la realizzazione della Conferenza Regionale della famiglia, e che venga istituito un comitato che si impegni per ottimizzare la sua realizzazione”.